Vendere un’opera d’arte

Se possiedi un’opera d’Arte di valore, come un quadro o una scultura, ti sarei certamente posto la domanda su come vendere un’opera d’arte. In questo articolo ti darò alcune informazioni sulla migliore destinazione per comprare o vendere un quadro.

Per vendere un quadro devi, per prima cosa, procurarti alcuni importanti informazioni: sapere il valore dell’opera, il certificato di autenticità o expertise, trovare il migliore canale di vendita per la tua opera d’arte.

Come spiego in questo articolo (Valutare un’opera), sapere il valore di mercato del tuo oggetto ti consentirà di non accettare proposte economiche troppo a ribasso. È quindi fondamentale sapere in anticipo la quotazione o richiederne una. Ti consigliamo per esempio questa società (Mimesis Art).

Per procedere con la vendita di un quadro o di una scultura, occorre avere i certificati di autenticità, ovvero una documento che attesti la paternità dell’opera al suo artista. Di solito, il certificato è applicato dietro la tela, ma sempre più spesso viene consegnato a mano assieme all’opera.

Questo prezioso documento riposta il titolo dell’opera, il nome dell’Artista con la firma ed il timbro, la data di realizzazione e, in alcuni casi, l’intestazione della galleria che lo ha trattato con il prezzo. Se l’opera che possiedi è precedente al novecento, il discoro è diverso.

Prima della nascita dei movimenti artistici di avanguardia, non esisteva il mercato dell’Arte come noi oggi lo immaginiamo e gli artisti non rilasciavano certificati o timbri. Questo è il motivo per cui esistono le expertise: per distinguere i falsi dagli originali.

L’expertise è un documento di studio, redatto da uno storico dell’arte accreditato ed esperto del singolo artista, che attribuisce l’opera ad un pittore antico in base allo studio approfondito della tecnica pittorica, dell’iconografia e del pigmento usato.

Con questa documentazione a disposizione è possibile procedere alla vendita dell’opera, cercando di utilizzare i canali di vendita a disposizione: le galleria, gli intermediatori e le aste.

Le gallerie possono vendere opere di propri clienti, trattenendo una percentuale, di solito tra il 20% e il 10%, scendiamo al 5% in caso di opere di grandissimo valore. La trattativa viene portata avanti dal gallerista, che raccoglie le offerte dei clienti e procede alla vendita.

L’intermediatore è invece un consulente che possiede una rete di contatti di galleristi, collezionisti e altri intermediatori. Solitamente si ricorre all’intermediatore quando occorre avere un rapporto fiduciario e di riservatezza. La percentuale del servizio varia dal 20% al 10% in base al valore dell’opera stessa.

L’ssta è, infine, lo strumento più pubblico e pubblicizzato di vendita per le opere d’Arte. Presentano il tuo quadro ad una casa d’Aste, questa lo valuterà e deciderà in quale asta presentarlo. Viene deciso con il venditore un prezzo di partenza, ed un prezzo di riserva, ovvero una cifra sotto al quale non si desidera scendere.

Al momento della battitura, il prezzo raggiunto sarà registrato come aumento o mantenimento del valore dell’artista. Il costo dei servizi della casa d’Aste è variabile e può arrivare anche al 20% del valore.

2018-10-16T15:53:47+00:00